Commuters

Ieri ho visto un programma sul (fantastico) canale RaiStoria – si può vedere sul sito della Rai ma credo che pochissimi sappiano anche solo della sua esistenza.

Nel programma, un giovane Carlo Mazzarella si faceva spiegare New York da italiani residenti lì per lavoro, nel 1962: clamoroso il giro di Harlem guidato da Ruggero Orlando (oddio… realizzo solo mentre lo scrivo che in tanti non l’avranno nemmeno mai visto al tg) o l’incontro col muratore-scrittore italoamericano Pietro Di Donato, figlio di emigranti di Vasto e autore di libri che mi è venuta voglia di leggere.

Al di là del livello degli intervistati, e dello spessore delle interviste (roba che oggi un giornalista non saprebbe come chiedere…) più di tutto mi ha lasciato a bocca aperta la parte di reportage che segue la giornata lavorativa dell’impiegato-tipo, che si fa portare in macchina fino alla stazione dalla moglie (…”perchè le automobili per andare a lavorare, in America ormai non le usa quasi più nessuno: servono solo nei fine-settimana, per andare in campagna”…), poi prende il treno e arriva in città e la sera ritorna.

L’accompagnatore di turno (mi sfugge il nome ma… credo fosse l’inviato a NY del Corriere) chiama queste persone… commuters, con Mazzarella che replica: “ma in italiano come sarebbe questa parola?” Risposta: “Commuter è una persona che ogni giorno lascia casa sua e fa molti chilometri, almeno un’ora di viaggio, per recarsi a lavorare  – e altrettanto per tornare a sera. No, in italiano non esiste una parola così”.

Capito il fatto?

Nell’Italia del 1962, c’erano gli emigranti e i vitelloni e le lucciole… m non c’era una parola per dire cosa fossero i pendolari.

Queste son le cose che mi lasciano lì.
Che roba.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...